Informazioni e cenni storici su Otranto

Otranto è la città piú orientale d'Italia, situata sulle sponde del canale omonimo che segue l'imboccatura dell'Adriatico, è oggi un frequentato centro balneare. Anticamente era la città di Hydruntum, forse fondata in età messàpica dai Tarantini sulla foce del fiumicello Idro.Antica città messapica, citata da scrittori latini, con particolare riferimento al suo mare e al suo retroterra, Ydrontinus ager odierno, o "Terra d'Otranto", dal suo classico nome latino di Hvdruntum, a sua volta derivato dal greco Ydrus, che corrispondeva al nome del vicino torrente Idro (da ìdor, in greco "acqua"). I riferimenti storici che la riguardano, ci dimostrano che Otranto era una città di notevole rilevanza nell'Italia antica, grazie alla sua posizione geografica di scalo obbligato per la Grecia e l'Oriente. Durante le invasioni barbariche i suoi abitanti seppero difendersi dai Goti, respingendoli nel 545 d.C., ma dovettero in seguito arrendersi ai Longobardi. Nei secoli successivi appartenne ai Bizantini, divenendo per essi il centro dell'amministrazione delle loro province meridionali (IX sec.). Nel secolo XIX gli otrantini parteciparono attivamente alle lotte risorgimentali italiane.Grazie al suo porto, già fiorente ai tempi di Roma, Otranto divenne nel Medioevo uno dei piú importanti centri del dominio bizantino in Italia e la capitale della Penisola Salentina che da allora si chiamò « Terra d'Otranto ».Ai tempi delle Crociate, poi, Otranto si animò del via vai delle spedizioni per la Terra Santa, si arricchí dei vivaci traffici che i mercanti di ogni Paese svolgevano nel suo porto.Otranto si potrebbe definire un luogo sospeso fra l'Europa e l'Oriente. Nell'abbagliante luce solare delle sue vie, strettre e contorte, l'architettura del passato si delinea con stupefacenti dettagli, quali un balcone spagnolo, un loggiato andaluso, un portone barocco. Cosa visitareFra le « cose da vedere », colpisce soprattutto la magnifica Cattedrale, eretta in epoca normanna (secolo XI) e restaurata nel Quattrocento. Ammiriamo di essa: il rosone gotico sulla facciata; il grandioso e austero interno basilicale, con un pavimento rivestito di un vastissimo e prezioso mosaico eseguito nel 1166 dal prete Pantaleone; la Cappella dei Martiri, che conserva le ossa dei martiri e, sotto l'altare, la pietra su cui le vittime furono decapitate; la stupenda cripta, vastissima, a cinque navate, con una selva di 42 colonne dai bellissimi capitelli.Altri notevoli monumenti di Otranto sono:la Chiesa di San Pietro (secoli X-XI ), interessante costruzione bizantina, con tre piccole ábsidi e una cupola cilindrica, e infine, a circa due chilometri verso sud; i ruderi della chiesa della celebre Abbazia di San Nicola in Casole (secolo XII), strutta dai Turchi nel drammatico assalto delll'anno 1480.Il poderoso castello di Otranto, eretto dagli Aragonesi nel 1485-1498, con torrioni angolari e rinforzato con baluardi dagli Spagnoli; semplice nelle sue forme e massiccio al tempo stesso, il suo grande cortile interno è utilizzato, durante la stagione estiva, per iniziative culturali e d'arte. Caratteristiche della costa di OtrantoNon esistono aggettivi che non siano stati usati almeno una volta per descrivere la bellezza di questa città. Per la cristallinità del suo mare, per l'attrattiva delle sue spiagge, per lo strano contrasto tra l'infinita quiete azzurra e un paesaggio seducente ondulato in valli verdi e ridenti.La costa otrantina, meta ambita per coloro che intendono vivere vacanze all'insegna del sole e del mare, offre al turista un suggestivo paesaggio abbellito da una splendida macchia mediterranea. Oggi Otranto è una amena città nota a molti villeggianti estivi per le sue spiagge: Punta Craulo, sabbiosa e con scogli, la spiaggia Pineta Alimini, la più lunga, e a distanza di 10 km. sud, Porto Badisco. Si tratta di un paese accogliente, con attrezzature turistiche per diverse esigenze: alberghi, camping stabilimenti balneari, campi sportivi. Non a caso ormai da anni, Otranto è considerata, secondo la guida blu di legambiente, tra le dieci località più belle d'italia con 5 vele, il massimo punteggio ottenibile. Alcune Escursioni partendo da OtrantoDa Otranto possono effettuarsi gite ed escursioni particolarmente interessanti, a Maglie, dove è visitabile un museo di paleontologia, situato in palazzo Capece, notevole edificio del Settecento. Molti i reperti archeologici ed i fossili salentini qui conservati.Altre mete possibili: alla zona archeologica di Roca Vecchia, dove sono resti di edifici e necropoli del IV, III sec. a.C., e alle località costiere di Sant'Andrea, Torre dell'Orso, S.Foca.Le vicinanze di Otranto, verso l'interno del territorio, si caratterizzano con ampie zone vallive, come la Valle dell'Idro e la Valle delle Memorie. L'attraversamento di queste si presenta quanto mai interessante per la presenza di grotte, cripte, e di un ipogeo di relativamente recente scoperta, quello cosiddetto di Torre Pinta, di origine paleocristiana, divenuto poi colombario. Si trova sotto una piccola altura della Valle delle memorie. Dista 7 km. da Otranto il comune di GIURDIGNANO, nei cui dintorni si elevano dolmen e menhir. Dolmen, dal nome bretone significante "tavola di pietra", forse tomba preistorica. Menhir, come il precedente circa l'origine, è un massiccio monumento di pietra di un solo blocco, fisso verticalmente al suolo.

Mappa

Ingrandisci mappa

Ristrutture ricettive Otranto

Cod. 908
Il residence "Porto Craulo" è situato nella zona nord di Otranto, a soli 100 metri dal mare e dalla spiaggia (sia libera che lidi attrezzati) e circa 600 mt dal centro storico facilmente raggiungibile a piedi in 5/10 min seguendo una passeggiata sul mare. Dispone di 9 appartamenti disposti su 3 piani.
Localita: OTRANTO
Cod. 290
Masseria Montelauro è un'antica dimora del 1878. Immersa nella luce e nei colori della campagna di Otranto, a 2 km dal mare e dal centro del paese, la Masseria è stata restaurata nel pieno rispetto della sua originaria natura rurale, tra muretti a secco ed ulivi secolari.
Localita: OTRANTO
Cod. 293

L'Hotel degli Haethey si trova nel Salento ad Otranto, la città più orientale d'Italia. Modernissimo hotel "quattro stelle", situato sulla "Riviera degli Haethey" un'area residenziale a pochi metri dal mare cristallino e a pochi minuti a piedi dal rinomato borgo antico di Otranto. Struttura modernissima dotata di tutti i confort offre alla propria clientela sia la classica formula hotel , sia la possibilità di comodissimi monolocali adiacenti alla struttura con formula apart-hotel. E' un "design hotel" ispirato alla musica, in particolare gli spazi comuni ed alcune camere sono dedicate ai grandi musicisti del jazz come Pat Metheny, Louis Armstrong, John Coltrane, Bill Evans, etc...

Localita: OTRANTO
Cod. 285
L' Hotel Solara si trova lungo il litorale otrantino, a circa 12 Km. da Otranto e a 2 Km. da Torre dell'Orso e dai laghi Alimini. Dista 350 metri dalla costa, ricca di insenature e calette di sabbia fine e bianca, che può essere facilmente raggiunta attraverso l'alta e lussureggiante pineta in cui l'hotel è immerso.
Localita: OTRANTO
Cod. 930
Appartamento ubicato al II°  piano di una palazzina a circa 350 mt dal centro e 500 mt dalle prime spiagge di Otranto. 

Composto da soggiorno pranzo con divano letto (1 piazza e mezzo) e balcone, cucina abitabile, camera da letto matrimoniale, cameretta 2 lettini (o 4 con letto a castello), bagno con vasca, tv, aria condizionata, lavatrice.
Localita: OTRANTO